SEGNI ZODIACALI: ARIETE, dal 21 Marzo al 19 Aprile

Primo segno dello zodiaco: dal 21 Marzo al 19 Aprile

Oggi introduciamo il primo segno dello Zodiaco:

ARIETE
dal 21 Marzo al 19 Aprile

Cominciamo con lo specificare che i segni zodiacali rimangono comunque degli archetipi, e quindi non esiste il “segno in purezza”. Ovvero: non esistono, ad esempio, nati nel segno dell’Ariete totalmente Ariete. Esiste sempre una mescolanza, delle influenze, delle contaminazioni.

L’archetipo Ariete non coincide in tutto e per tutto con il nato dell’Ariete. Altrimenti tutti i nati sotto questo segno sarebbero uguali. Ci sono dei tratti che sono comuni a tutti gli arieti e delle tendenze di fondo, ma ognuno elabora la sua personalità in maniera autonoma.

L’Ariete è il segno dell’inizio, della Primavera, della forza primordiale che dà origine a tutto.




E’ una scintilla d’energia. In Primavera nascono i germogli, le ore di Sole aumentano e le temperature diventano più calde. Così l’Ariete è un soggetto energico, pieno di vita, di entusiasmo, di calore.

Estroverso ed intuitivo, ha la necessità di muoversi e di partecipare all’azione, non può essere un sedentario, o sprofondare nelle routine. A questo proposito, vi sarà facile trovare “arieti” assuefatti a routine e alla sedentarietà, ma questo svilupperà in loro delle nevrosi.

Come detto poco sopra, l’archetipo è una base fondamentale ma le personalità che poi si costruiscono sopra ad esso possono essere in aperta conflittualità con l’archetipo. E lì iniziano i dolori. 

L’Ariete è genuino, sincero, coraggioso e preferisce agire anziché pensare. Quest’ultimo è anche uno dei suoi numerosi limiti: la sua energia lo porta spesso ad agire in maniera poco sensata. Non conosce la pazienza, il calcolo, la costanza. Se la porta che vuole aprire non si apre con la prima testata, prova a cambiare angolazione, se ancora non si apre, prova a dare testate alla finestra e poi all’altra porta… Non ha un piano preciso, sa soltanto che vuole entrare. Ed entrerà!

E’ istintivo e non ha peli sulla lingua. Spesso ha il tatto di un elefante, ed è capace di grandi ire, ma bisogna pensare all’Ariete come ad un bambino, un po’ scapestrato. In fondo è il bambino dello Zodiaco, il primo, il meno complesso.

L’istinto e l’intuizione lo salvano spesso da situazioni poco piacevoli, e lo rendono speciale. La loro testardaggine è proverbiale e possono tendere ad una certa superficialità. Sempre a causa del loro istinto, amano ed odiano “a pelle”. Non hanno grossi dubbi: o è bianco o è nero. Le tonalità di grigio sono per gli altri segni.

L'ARIETE IN AMORE
Quando amano lo fanno con generosità, con vigore e con gelosia. In un rapporto di coppia sono molto fedeli, corretti e generosi, ma non perdete tempo a spiegargli le mille sfumature delle emozioni che provate: con gli arieti bisogna andare dritti al sodo.

Amano le novità, le innovazioni e sono sempre pronti ad imparare. Adorano gli sport. Sono amanti passionali e molto irruenti. Anche in ambito sessuale non hanno molta pazienza, non hanno un piano strategico ma vanno ad istinto ed usano tutto il loro vigore e la loro energia. E’ focoso ma ha bisogno sempre di nuovi stimoli, detesta la monotonia. Come detto sono diretti e molto franchi, ma è anche facile ferirli.

Ricordatevi sempre che sono dei bambini! Dal punto di vista professionale possono ottenere grandissimi risultati, in particolar modo come imprenditori o artisti, ma devono essere aiutati da iniezioni di pazienza e di progettualità. 

Il loro colore? Nemmeno a chiederlo: il rosso!

Prima di proporvi le affinità con gli altri segni, vi riassumiamo un po’ le caratteristiche principali di questo primo segno zodiacale: l’Ariete è irruenza, impazienza, testardaggine, focosità, ruvidità, azione, movimento, competizione, sincerità, affidabilità, schiettezza. Ha poca confidenza con la parola “limite”, e tende a voler controllare tutto. E’ gioioso e può essere anche solare, ma può diventare furioso in men che non si dica. Per dirla in maniera letteraria: Achille, il mitico eroe cantato dall’Iliade di Omero, potremmo scommettere tutti i nostri averi che era un Ariete. 

LE AFFINITA' DELL'ARIETE CON GLI ALTRI SEGNI
Le affinità con gli altri segni dell’Ariete sono molto chiare:

Ariete ed Ariete: potrebbero anche funzionare ma non è esattamente una relazione facile.

Ariete e Toro: forse è la migliore delle possibili, un vero e proprio equilibrio.
Il Toro è il più attrezzato nel contenere l’Ariete.

Ariete e Gemelli: può funzionare ma ci possono essere difficoltà sul lungo periodo. Fuoco e Aria possono star bene assieme a patto che ognuno sappia imparare dall’altro.

Ariete e Cancro: riescono a compensarsi ma non ci sono grandi possibilità che funzioni davvero. La tendenza alla lamentela del Cancro potrebbe essere insopportabile per l’Ariete.

Ariete e Leone: possono dare il via ad una grande passione che lascerà poi una grande devastazione. Se non entrano in competizione.

Ariete e Vergine: no grazie! La peggior accoppiata che si possa immaginare. La metodicità e la pazienza della Vergine e l’irruenza dell’Ariete difficilmente potranno coesistere.

Ariete e Bilancia: ottima coppia! Grande attrazione e ottima alchimia. Hanno tante cose da dirsi e può diventare una coppia molto stabile.

Ariete e Scorpione: scontri epici e grandi impennate d’amore, le montagne russe dell’emotività. Entrambi i segni sono governati da Marte: può succedere di tutto.

Ariete e Sagittario: rapporto ideale. Due segni di fuoco che possono comprendersi perfettamente.

Ariete e Capricorno: sul piano fisico possono intendersi perfettamente ma sono troppo distanti perché la relazioni duri. Uno vuole tutto e subito, l’altro è il maestro del temporeggiare. Difficile.

Ariete e Acquario: sicuramente non un’accoppiata ideale ma potrebbe funzionare. Se l’Ariete accetta l’approccio più intellettuale dell’Acquario e se l’Acquario accetta i ritmi dell’Ariete.

Ariete e Pesci: una accoppiata stabile, potrebbero compensarsi. Se l’Ariete imparerà dal Pesci a non vivere perennemente sotto stress, e se il Pesci imparerà dall’Ariete ad agire.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto questo articolo lascia pure un tuo commento, anche a noi fa piacere sapere come la pensi, grazie :)